Icona e simulacro

16,00  IVA inclusa

Partendo da alcuni versi dal quarto libro del “De rerum natura” di Lucrezio questo libro indaga i concetti di icona e di simulacro, tentando di capire come il simulacro attualizza un irrappresentabile e l’icona spersonalizza ed eterna la vita. Tali questioni sembrano una specie di precondizione ontologica del lavoro intellettuale e artistico. Attingendo ad un approccio pluridisciplinare, grazie ai contributi di filosofi, antropologi e registi, viene approfondito il tema della crisi dell’idea di rappresentazione, una funzione che per secoli ha consentito all’uomo di entrare in un certo rapporto con il mondo, e si riflette sullo sgretolamento del rapporto con il reale e sulla perdita di senso della parola “virtuale” prefigurati da Baudrillard, Klossowski e Deleuze ed oggi pienamente realizzati.


Anno di edizione: 2020
ISBN: 978-88-99370-36-7
Autori: Tito Lucrezio Caro, Bruno Moroncini, Matteo G. Brega, David Le Breton, Federico Tiezzi
Formato: cm 12 × 17
Pagine: 176


novità!
  • COD: ED040

  • Notice: WC_Product::get_categories è deprecata dalla versione 3.0! Utilizzare al suo posto wc_get_product_category_list. in /home/edizionigrenelle/public_html/wp-includes/functions.php on line 3707
  • Categoria:

  • Notice: WC_Product::get_tags è deprecata dalla versione 3.0! Utilizzare al suo posto wc_get_product_tag_list. in /home/edizionigrenelle/public_html/wp-includes/functions.php on line 3707

Bruno Moroncini è filosofo, autore di numerosi libri e saggi sulla filosofia del XX secolo. Da anni s’interessa al pensiero di Walter Benjamin, al movimento “decostruzionista” e ai rapporti tra le teorie psicoanalitiche e la filosofia. ha insegnato filosofia morale nelle università di Messina e Salerno.

Matteo G. Brega è docente di introduzione al pensiero critico presso l’università IULM di Milano. Collabora con l’aspen Institute Italia. Tra le sue pubblicazioni, ha curato edizioni italiane di Jean Baudrillard per la casa Editrice Pigreco e di Oscar Wilde per Mimesis.

David Le Breton è professore di sociologia all’università di Strasburgo. Tra i suoi numerosi volumi pubblicati in italiano ricordiamo: “Fuggire da sé. una tentazione contemporanea” (Raffaello Cortina); “Camminare. elogio dei sentieri e della lentezza” (Edizioni dei cammini); “Antropologia del dolore” (Meltemi); “Antropologia del corpo e modernità” (Giuffré).

Federico Tiezzi è uno storico dell’arte, drammaturgo e regista teatrale italiano. Lavora nel teatro di prosa e in lirica. Co-dirige la compagnia Lombardi-Tiezzi. si considera allievo di Edward Gordon Craig.


LEGGI L’ANTEPRIMA

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Icona e simulacro”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *