Angeli e demoni

[…] La parte più cospicua del terzo libro del De occulta philosophia è dedicata agli angeli e ai demoni. Essi rappresentano come una stratigrafia del pensiero religioso dall’antichità all’età moderna. Sullo sfondo si staglia il…

Domani pioverà, a Bouville

Categoria prediletta dell’arte contemporanea, in cui le pratiche ascetiche di liberazione dalla corporeità e da una visceralità rese tabù vengono recuperate in un ambito estetico ritualizzato, quale procedura catartica di neutralizzazione della nostra identità culturale…

In quanti modi si dice catarsi?

Della catarsi, parola di non facile comprensione, molte discipline si sono interessate. La pluralità di approcci con cui si è tentato di avvicinarla racconta della sua natura ibrida, o quanto meno ancipite, di “concetto incarnato”,…

Feticismo. Alle origini del desiderio

Posto al confine fra conscio e inconscio e fra umano e sovrannaturale, il feticcio, concretizzandosi in una singolare – irripetibile e fittizia – sintesi di intelletto e affettività, risponde originariamente alla minaccia dell’imprevedibile, rielaborando traumi…

Allegoria del principio

Dietro l’attitudine proto surrealista dei ritratti arcimboldeschi, al di là della minuziosa e ariosa pittura di Jan Bruegel, si cela lo stesso impossibile compito: la rappresentazione di un principio astratto. L’invisibilità dei quattro rizomata, l’intangibilità…

Meditare in Occidente

Non è impossibile leggere un classico della letteratura inglese del settecento, i Gulliver’s Travels di Swift, come un curioso e inatteso esercizio di meditazione. Il romanzo – uscito nella seconda metà del XVIII sec. –…

La presenza della crisi

Pensare con De Martino vuol dire guardare alla vita heideggerianamente. Lungi dal configurarsi come una curiosa ed eterodossa costruzione del pensiero – magari compromessa dall’oggetto di indagine (la magia) – la prospettiva antropologica che si…